La sostenibilità è uno dei pilastri su cui si basa la filosofia Valserena.

Dalla coltivazione dei campi, alla vendita del formaggio, ogni fase è
monitorata per ridurre l’impatto ambientale della nostra filiera produttiva.

Rispetto della fauna e delle risorse idriche attraverso la riduzione di concimi e diserbanti

Valserena aderisce alla misura del PSR dell’agricoltura integrata che regolamenta l’uso di concimi e diserbanti secondo quantità e qualità che non danneggino fauna e risorse idriche.

Protezione delle specie animali

In Valserena il 5% della superfice aziendale è ombreggiata da piante e siepi ed abbiamo allagato 26 ettari per dare la possibilità a diversi animali e molte specie di uccelli di potersi riparare e riprodurre in tranquillità.

Protezione delle api grazie alla coltivazione di facelia

In Valserena dedichiamo spazio alla coltivazione della facelia, pianta del cui fiore le api sono molto ghiotte.

Le api sono a rischio estinzione..e anche noi con loro.

Tutti sappiamo come le api ci forniscano prodotti preziosi e unici, ottenuti dalla loro attività nell'alveare: ovviamente il miele, ma anche polline, pappa reale, cera e propoli, che da sempre l’uomo utilizza per tantissimi scopi diversi.

Ciò che invece solo in pochi sanno è che ben il 90% delle piante da frutto del mondo devono la loro esistenza agli animali impollinatori e gli insetti pronubi, tra cui un ruolo di primo piano hanno proprio le api.

Non solo: come spiegano le Nazioni Unite «più del 75% delle colture mondiali e più del 35% dell’agricoltura mondiale dipende strettamente dagli impollinatori, i quali garantiscono la sicurezza di questi prodotti alimentari e, allo stesso tempo, garantiscono la biodiversità».

E naturalmente.. nel nostro spaccio potete trovare il fantastico miele Valserena
prodotto da queste meravigliose creature.

Riduzione di CO2 grazie alla semina su sodo

In Valserena utilizziamo la tecnica della “semina su sodo”. La semina su sodo è una tecnica agronomica che prevede l’utilizzo di apposite macchine che sono in grado di seminare direttamente in
terreni non lavorati, occupati in superficie da residui di colture in avvicendamento, incluse le cover crops. I residui delle colture in rotazione e l’utilizzo delle cover crops riducono l’azione
battente della pioggia sul suolo, consentono l’adesione di parte
dell’acqua in eccesso alla parte vegetativa e la diminuzione della velocità di ruscellamento con conseguente riduzione anche del trasporto solido e delle perdite di elementi nutritivi.

È stato osservato (Frascarelli, 2018):

Un aumento del 20% della produzione
✓ Un risparmio del 60% di risorse economiche che sarebbero state destinate all’aratura e quindi meno ore di lavoro in campo e minor utilizzo di carburante.

Questo implica una riduzione di consumo di carburante e quindi di emissione di CO2.

Investimenti in attrezzature all’avanguardia per ridurre l’impatto ambientale

In Valserena investiamo continuamente in macchinari e tecniche di coltivazione che permettano di avere basse emissioni e che consentano di avere prodotti, per esempio il fieno, di una qualità tale da consentire un limitato utilizzo di mangimi.

Packaging sostenibili per i nostri prodotti

In Valserena la scelta del packaging è guidata principalmente da criteri di sostenibilità.

Le confezioni regalo sono progettate per essere al 100% riciclabili

Le spedizioni sono imballate con materiale compostabile e 100% riciclabile

Il burro ha un nuovo incarto compostabile

I contenitori dello yogurt, grazie al vasetto in vetro serigrafato, vengono sterilizzati e riutilizzati (incoraggiamo la restituzione
degli stessi per dargli una seconda vita)

Indipendenza energetica

Considerate la difficile situazione geopolitica, stiamo pianificando investimenti per diventare indipendenti dal punto di vista energetico, grazie a pannelli solari ed altre soluzioni a basso impatto ambientale.